Orari, musei umbria, museo umbria, domus, parco archeologico, mosaici, mosaico, in agenda, appuntamenti, mostre, convegni, incontri e seminari, fotografie opere umbre, immagini museo umbria, collezioni musei umbria, archivi storici umbria, app museo umbria, arte contemporanea umbria, Burri, Emilio Greco, Fuseum Brajo Fuso, Carandente,Moore, Pepper, Smith, Giò Pomodoro, Sol LeWitt, Galleria d?arte contemporanea Pro Civitate Christiana, Centro Arte Officine Siri,Museo d?arte Moderna Aurelio de Felice, CIAC, Calamita Cosmica Gino de Dominicis, Giardino dei Lauri, Pietro Cascella, Nino Caruso,Terzo Paradiso Michelangelo Pistoletto, Claudio Faina, Necropoli Crocefisso del Tufo, Antiquarium, Necropoli estrusca, antichi umbri, Cajani, plestini umbri ,museo archeologico, germanico,catacomba,terme romane, casa romana,mura,paleontologico,cicli geologici,paleontologia umbria,musero vulcanologico,Signorelli,Giotto,Ghirlandaio,Pomarancio,Perugino,Pintoricchio,Raffaello,Piermatteo d?Amelia;Piero della Francesca,Cimabue, Gozzoli, Spagna,Lippi,pozzo etrusco,ipogeo, narni sotterranea, orvieto underground, pozzo san patrizio,canapa,tela umbra,giuditta brozzetti, museo merletto tuoro, tessile valtopina,Anita Belleschi, Grifoni, MOO, MUVIT,antico frantoio costacciaro, museo civiltà ulivo trevi,ecomusei umbria, ceramica umbria, Portale dei musei umbria, luoghi della cultura umbria, archivi storici umbria, itinerari dei luoghi della cultura, aree archeologiche umbria, teatri storici umbria, biblioteche catalogo online, umbria musei digital edition, sebinaYOU

ItEn

Biblioteca comunale "Lorenzo Leoni". Todi (PG)

Biblioteca

Detailed information

Description

La Biblioteca comunale di Todi si trova nel centro storico, rione Colle, ospitata all’interno del complesso di San Fortunato, nei pressi del Parco della Rocca.
Il complesso risale alla seconda metà del XIII secolo grazie all’insediamento in città dei francescani, la biblioteca occupa i locali che costituivano l’antico convento. Il panorama che si può godere dalle ampie vetrate permette di abbracciare con lo sguardo tutta la parte sud della città.
Un primo tentativo di costituire una biblioteca pubblica a Todi va datato intorno al 1813, anche se, di fatto, la biblioteca comunale venne istituita solo nel 1875, anno in cui Lorenzo Leoni riordinò ed inventariò codici ed opere a stampa provenienti sia dall'ex convento di San Fortunato che dalle biblioteche delle Congregazioni soppresse. Già nel 1867, tuttavia, per far si che la cultura non rimanesse un privilegio di pochi ma appartenesse a tutti, Paolo Leli formò, con donazioni di privati cittadini, una biblioteca circolante che nel 1886 fu unita alla comunale. Nel 1920, con Giulio Pensi, la biblioteca fu trasferita da San Fortunato al Palazzo Comunale dove è rimasta fino al 1995. Terminati i lavori di ristrutturazione e restauro del Complesso di San Fortunato, dal 23 maggio 2000 la Biblioteca è tornata nella sua sede originaria.
Il patrimonio bibliografico e documentario è costituito da circa 45.000 pezzi. Una citazione particolare merita il patrimonio codicologico del Fondo antico costituito da manoscritti che trattano di filosofia, teologia e logica, considerato uno dei più importanti degli Ordini Francescani, i codici dei secoli X - XIII, infatti, provengono dalla ricchissima biblioteca dell'abbazia di San Leucio di Todi e, soprattutto, da quella dei Frati Minori di Sant’Angelo delle Fontanelle. Questo primo nucleo, come riferisce anche Ferdinando Gregorovius nella sua “Storia di Roma”, è stato arricchito dalle importanti raccolte di Bentivegna che, discepolo di Tommaso d'Aquino, nel 1289, morendo, lasciò i suoi codici, eccellenti per lo splendore delle miniature e la nitidezza dei caratteri, al convento di San Fortunato.
Dei 66 incunaboli, come delle 1600 edizioni del XVI secolo, molte opere sono dei pezzi di gran pregio per il prestigio dell'officina di produzione.
Nel convento di San Fortunato e quindi in alcuni locali che oggi occupa la biblioteca, venne carcerato, su ordine di Bonifacio VIII, Jacopone da Todi, in seguito alla pubblicazione del Manifesto di Lunghezza con il quale venivano denunciate dai Colonna le malefatte del Papa e che, fra i testimoni, riporta anche il nome dell’illustre tuderte. La tradizione vuole che Jacopone abbia scritto alcune laude, soprattutto quelle che inveiscono contro papa Caetani, proprio durante il periodo di prigionia (1297-1303).

L'iscrizione alla biblioteca da accesso anche a MediaLibraryOnline (MLOL), la Biblioteca digitale quotidiana dove è possibile gratuitamente prendere in prestito e-book, leggere riviste, quotidiani, scaricare e ascoltare audiolibri, ascoltare e scaricare musica ed altro ancora.

Materiale posseduto:
- Saggistica di base e specialistica relativa al Medioevo
- Narrativa
- Libri per ragazzi
- Materiale antico e raro: fondo manoscritti, fondo libri antichi, fondo "Lynne Lawner", fondo sul Teatro (XIX secolo)
- DVD
- Periodici: riviste, quotidiani...

Consulta il materiale posseduto nel Catalogo del Polo Regionale Umbro SBN e nel Catalogo Ragazzi

Servizi offerti:
-
Prestito esterno
- Spazio Nati per Leggere
- Prenotazione prestito
- Sala ragazzi
- Fotocopie
- Accesso a internet
- Corsi di educazione
- Sala Conferenze multimediale
- Iniziative per ragazzi
- Informazioni bibliografiche telefoniche
- Informazioni tramite e-mail
- Visite guidate
- Incontri con gli autori
- Gruppo di lettura per adulti
- Gruppo di lettura per adolescenti
- In vitro con l'iniziativa Libri dappertutto in collaborazione con il distretto sanitario e il gruppo locale di progetto Nati per leggere con relative attività per bambini in età prescolare (spettacoli teatrali, laboratori, letture a alta voce, approccio con favole e musica)
- Percorsi didattici sulla storia della carta e del libro, utilizzando il materiale antico in possesso della biblioteca, percorso didattico sulla leggenda di Jacopone da Todi, con l'utilizzo di pannelli illustrativi
- Assistenza allo studio
- Invito all’ascolto: letture a voce alta
- Consultazione periodici
- Riproduzione su cd rom dei manoscritti
- MediaLibraryOnline

Regole interne:
- Prestito interbibliotecario: costo € 5,00 e/o gratuito in regime di reciprocità con biblioteche disponibili
- Sala consultazione: n.60 posti
- Computer al pubblico: n.2