Orari, musei umbria, museo umbria, domus, parco archeologico, mosaici, mosaico, in agenda, appuntamenti, mostre, convegni, incontri e seminari, fotografie opere umbre, immagini museo umbria, collezioni musei umbria, archivi storici umbria, app museo umbria, arte contemporanea umbria, Burri, Emilio Greco, Fuseum Brajo Fuso, Carandente,Moore, Pepper, Smith, Giò Pomodoro, Sol LeWitt, Galleria d?arte contemporanea Pro Civitate Christiana, Centro Arte Officine Siri,Museo d?arte Moderna Aurelio de Felice, CIAC, Calamita Cosmica Gino de Dominicis, Giardino dei Lauri, Pietro Cascella, Nino Caruso,Terzo Paradiso Michelangelo Pistoletto, Claudio Faina, Necropoli Crocefisso del Tufo, Antiquarium, Necropoli estrusca, antichi umbri, Cajani, plestini umbri ,museo archeologico, germanico,catacomba,terme romane, casa romana,mura,paleontologico,cicli geologici,paleontologia umbria,musero vulcanologico,Signorelli,Giotto,Ghirlandaio,Pomarancio,Perugino,Pintoricchio,Raffaello,Piermatteo d?Amelia;Piero della Francesca,Cimabue, Gozzoli, Spagna,Lippi,pozzo etrusco,ipogeo, narni sotterranea, orvieto underground, pozzo san patrizio,canapa,tela umbra,giuditta brozzetti, museo merletto tuoro, tessile valtopina,Anita Belleschi, Grifoni, MOO, MUVIT,antico frantoio costacciaro, museo civiltà ulivo trevi,ecomusei umbria, ceramica umbria, Portale dei musei umbria, luoghi della cultura umbria, archivi storici umbria, itinerari dei luoghi della cultura, aree archeologiche umbria, teatri storici umbria, biblioteche catalogo online, umbria musei digital edition, sebinaYOU

ItEn

Biblioteca diocesana "Storti - Guerri". Città di Castello (PG)

Biblioteca

Detailed information

Description

La biblioteca diocesana “Storti – Guerri” occupa un'intera ala del primo piano del palazzo del Seminario vescovile tifernate. Forse l'origine risale al 1640, quando il Seminario aveva come prima sede la casa della Propositura. I libri dovettero aumentare quando nel 1752 il vescovo Lattanzi unì al nuovo Seminario il Collegio con scuole interne e relativa biblioteca e quando il tipografo Ortensio Bersiani aprì nel Seminario la sua tipografia, in attività dal 1765 al 1775. Altri aumenti ci furono nel 1834 con l'annessione al Collegio dell'Istituto del Ginnasio-Liceo laico, e poi nel 1853 con l'unione delle Scuole elementari comunali a quelle del Seminario. La biblioteca si arricchisce nel 1917 con la donazione dei libri dell'abate Giovanbattista Storti tramite mons. Giuseppe Guerri, suo esecutore testamentario. A seguito dell'importante donazione la biblioteca ha assunto la denominazione "Storti - Guerri". Negli ultimi quaranta anni ha arricchito il proprio patrimonio librario acquisendo in dono alcune biblioteche personali di vescovi e sacerdoti diocesani. Attualmente è aperta alla consultazione in sede ed effettua servizio di prestito librario; funge anche da biblioteca della Scuola Diocesana di Formazione Teologica "Mons. Cesare Pagani" e incrementa il proprio patrimonio attraverso donazioni, acquisti e abbonamenti a riviste specializzate.

Materiale posseduto:
- Narrativa
- Saggistica
- Fondo antico: manoscritti, incunaboli, cinquecentine, stampe antiche
- Materiale per bambini, ragazzi e giovani adulti
- Enciclopedie e dizionari
- Sezione locale, moderna e storica
- Fotografie storiche della città
- Periodici riviste e quotidiani

Servizi offerti:
- Prestito locale
- Consultazione
- Postazioni internet gratuito
- Rete Wireless con registrazione
- Pc a disposizione
- Fotocopie 
- Conferenze 
- Attività culturali 
- Informazioni bibliografiche in sede
- Informazioni per e-mail 
- Visite guidate 
- Videoproiettore

Regole interne:
- Prestito libri a persona: a richiesta dell’utente e a giudizio del bibliotecario
- Giorni di prestito: n.30
- Libri esclusi dal prestito: enciclopedie, fondo antico, dizionari, tesi di laurea, materiale in cattivo stato di conservazione, testi di interesse locale conservati in un’unica copia
- Internet: a richiesta dell’utente e a giudizio del bibliotecario
- Sala conferenza: l’uso da parte di esterni necessita di prenotazione presso la Direzione della Biblioteca